Il Blog di Ariel

19
gen
19
gen

Stufe a Pellet senza canna fumaria: la verità

Esistono stufe a pellet senza canna fumaria? L'idea ha catturato l'immaginario collettivo, alimentando l'illusione di un riscaldamento efficiente e senza alcuna complicazione. Tuttavia, questo concetto, sebbene discusso e desiderato da molti, rimane puramente una prospettiva irreale. La stufa a pellet, per funzionare in maniera sicura ed efficiente, richiede un'adeguata evacuazione dei fumi generati durante la combustione. La presenza di una canna fumaria è essenziale per consentire l'espulsione sicura dei gas nocivi prodotti, prevenendo il rischio di inquinamento interno e garantendo la sicurezza degli ambienti.

La necessità inevitabile della canna fumaria

Le stufe a pellet generano calore attraverso la combustione dei pellet, producendo anidride carbonica, vapore acqueo e alcune sostanze nocive. La presenza di una canna fumaria è essenziale per consentire la corretta espulsione di questi sottoprodotti, evitando l'accumulo di fumi dannosi all'interno dell'ambiente domestico. La canna fumaria, dunque, fornisce un passaggio dedicato per l'evacuazione dei gas di combustione, preservando la qualità dell'aria e la sicurezza delle persone.

L'impossibilità tecnica e normativa delle stufe a pellet senza scarico

stufa a pellet ariel Energia


La realizzazione di una stufa senza canna fumaria rappresenterebbe non solo un'impresa tecnologicamente improbabile, ma anche una violazione delle normative sulla sicurezza e sull'ambiente. Le regolamentazioni vigenti richiedono la presenza di un sistema di scarico dei fumi adeguato e certificato per garantire la conformità agli standard di sicurezza. Al di là delle sfide tecniche, la mancanza di un'adeguata via d'uscita per i gas di combustione rende impossibile realizzare una stufa a pellet funzionante e sicura senza la presenza di una canna fumaria.

La normativa che regola l'evacuazione dei fumi di scarico delle stufe a pellet è principalmente rappresentata dalle disposizioni contenute nel Decreto Ministeriale del 37/08. Questo decreto stabilisce le specifiche tecniche e i requisiti necessari per l'installazione e l'utilizzo sicuro degli impianti di riscaldamento alimentati a pellet.

In particolare, la normativa si concentra sui seguenti aspetti:

  • Canna Fumaria: deve essere installata una canna fumaria adeguata, in conformità con le norme di sicurezza e le disposizioni locali. La canna fumaria deve essere dimensionata e posizionata correttamente per garantire l'efficiente rimozione dei gas di scarico.

  • Materiali e Componenti: specifica i materiali consentiti per la costruzione della canna fumaria, garantendo resistenza al calore e durabilità. I componenti devono essere installati secondo le istruzioni del fabbricante, garantendo la tenuta e la sicurezza strutturale.

  • Distanze di Sicurezza: stabilisce le distanze minime da rispettare tra la canna fumaria e altri materiali combustibili o superfici infiammabili per prevenire rischi di incendio o surriscaldamento.

  • Manutenzione e Ispezioni: è importante effettuare regolari ispezioni e manutenzione della canna fumaria per verificarne l'integrità e il corretto funzionamento nel tempo.

Queste disposizioni sono fondamentali per garantire la sicurezza degli impianti di riscaldamento a pellet. Per suddetti motivi è sempre consigliabile consultare un professionista esperto o un tecnico specializzato per l'installazione e la manutenzione della canna fumaria.

Motivi principali sull'impossibilità di Stufe a Pellet senza canna fumaria

stufa a pellet nera


  • Sicurezza: senza una canna fumaria, i gas nocivi non verrebbero espulsi correttamente, causando un ambiente potenzialmente pericoloso. In particolare si rischierebbe un’intossicazione da monossido di carbonio e altri gas pericolosi. Anche il pericolo di incendio non è da sottovalutare! La mancanza di una corretta evacuazione dei fumi può portare al surriscaldamento delle superfici circostanti, aumentando il rischio di incendio.

  • Normative: le leggi e le regolamentazioni richiedono una corretta evacuazione dei fumi di combustione per l’installazione stufe a pellet. Negli impianti realizzati dopo il 2012, infatti, tutti i fumi devono essere espulsi oltre il tetto dell’edificio.

  • Efficienza: le stufe a pellet senza canna fumaria non potrebbero garantire un'efficienza energetica ottimale, con possibili problemi di combustione e resa termica. Senza una canna fumaria, infatti, le stufe potrebbero avere difficoltà nel garantire un adeguato ricircolo dell'aria che fa sì che la stufa funzioni in modo efficace. La presenza di una canna fumaria assicura anche alla stufa di bruciare il pellet in modo più completo. Inoltre, senza una via di uscita per i fumi, il calore prodotto dalla stufa può accumularsi all'interno dell'ambiente circostante, causando un aumento della temperatura interna e riducendo l'efficienza complessiva del sistema di riscaldamento.

Articoli Correlati

Acqua Buona Ariel, il depuratore d’acqua innovativo

Leggi l'articolo

Manutenzione stufa a pellet

Leggi l'articolo

Contattaci

Compila il seguente modulo e sarai ricontattato dal nostro staff senza obbligo di acquisto.

Scopri di più sui nostri prodotti Caldaie, Climatizzatori, Stufe a Pellet, Impianto Fotovoltaico e Depuratori.